Monthly Archives: marzo 2013

Strumenti per lo sviluppo sostenibile…

sviluppo

La scorsa settimana è stato adottato il Bilancio di Previsione del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena per l’anno 2013. Benchè le risorse siano sempre più ristrette, quest’anno Il Parco ha deciso di dare un impulso maggiore al rapporto con il tessuto economico cercando di dare un’impronta e una direzione alle azioni che, sinergicamente, il Parco potrà e dovrà fare col “resto” del territorio. Qui di seguito il documento che è stato presentato al “Tavolo delle attività produttive”, mentre in allegato troverete le schede Bilancio con le quali il Parco vuole finanziare le idee di sviluppo sostenibile. Il Parco ha l’aspirazione di svolgere un ruolo di “laboratorio” nel quale sperimentare idee innovative di sviluppo basate sulla valorizzazione delle risorse ambientali e la ricerca del giusto equilibrio tra ecologia e economi, per poi, in un secondo momento, “contaminare” il resto del territorio che lo circonda.

Il Parco e l’Arcipelago. Il territorio del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena si accinge infatti ad affrontare, per il sesto anno consecutivo, un periodo di contrazione dell’offerta occupazionale legata ai modelli di sviluppo che fino allo scorso decennio hanno caratterizzato l’infrastruttura economica su cui si poggiava il “tessuto sociale” del territorio.

La congiuntura economica che ha determinato un aggravamento delle condizioni economiche nazionali ed internazionali e il contestuale aumento dei prezzi relativi ai collegamenti, da e per la Sardegna, hanno fatto registrare una contrazione di domanda turistica che ha colpito l’intera Regione Sardegna, proprio nei comparti dell’offerta alberghiera con una, seppur minore per l’Arcipelago, contrazione degli accessi e transito del diporto privato.La necessità di contemperare le esigenze di “conservazione e protezione” con le tematiche dello sviluppo, ha indotto l’Ente Parco a rivedere le proprie strategie operative per rilanciare il ruolo del Parco quale catalizzatore di attività e di idee innovative per valorizzare le risorse presenti e incentivare una progressiva riconversione delle attività in chiave ecologica; per perseguire tale obiettivo è necessario avviare un serrato dialogando con le realtà imprenditoriali del territorio.

Ricominciamo da tre….

Avevo già detto che, in qualche modo, il Movimento 5 Stelle avrebbe determianto la modifica, volenti o dolenti, del sistema di fare politica. E’ successo con la nomina dei Presidenti di Camera e Senato, anche se adesso pare che dentro il PD qualcuno stia già rimproverando la linea Bersani che, con quella mossa, rincorrendo i “grillini” avrebbe alla fine mortificato le “legittime ” aspettative interne.

Il Movimento, aveva annunciato da subito l’opzione “Olanda”, la stessa che adesso tutti diranno di aver in qualche modo indicato, rivendicandola come propria. Cosa significa opzione “Olanda”? E’ la rivendicazione del ruolo del Parlamento nel “guidare” una nazione. D’altronde, la nostra, è una Repubblica Parlamentare. Molti cercano di dimenticarlo, facendo finta che ci sia stata qualche riforma dell’architettura Costituzionale che, è bene ribadirlo, non c’è mai stata.

A lezione con l’Aiab: al via il ciclo sui formaggi

20130329-065238.jpg

Si è svolto ieri mattina con i ragazzi della scuola media dell’Istituto comprensivo di La Maddalena presso il CEA, Centro di educazione ambientale a Stagnali, il primo laboratorio di caseificazione artigianale, organizzato dal Parco in collaborazione con l’Aiab, Associazione italiana di agricoltura biologica nell’ambito del progetto di educazione alimentare promosso dall’Ente di via Giulio Cesare. Nel corso della mattinata i ragazzi sono stati coinvolti attivamente, nella preparazione di diversi tipi di formaggi dai due tecnici dell’azienda agrituristica casearia, fattoria didattica “Calavrina” di Bitti e hanno contribuito con le loro mani alla produzione della caciotta, del pecorino e della ricotta artigianale. A fine mattinata i giovani scolari hanno potuto apprezzare e conoscere i sapori legati alle produzioni biologiche naturali attraverso un mini test sensoriale organizzato dall’Aiab per testare le differenze tra i formaggi bio con quelli di produzione industriale.

Iniziative Oceaniche 2013: una giornata di festa, tutela e educazione ambientale

Una giornata di festa e di educazione ambientale per i tanti bambini delle scuole elementari e medie di La Maddalena che hanno partecipato alla terza edizione di “Iniziative Oceaniche” organizzata dall’Ente Parco rinnovando la sua collaborazione con la Surfrider Foundation Europe, organizzazione internazionale senza scopo di lucro, nata con l’intento di tutelare e gestire in modo sostenibile il mare e le coste. La manifestazione ha coinvolto circa 200 bambini delle elementari di Moneta, dell’Istituto San Vincenzo, di via Carducci e delle scuole medie di via La Fornace e del Liceo Garibaldi. Lo scopo di Iniziative Oceaniche, in perfetta sintonia con le finalità istitutive del Parco, è proprio quello di sensibilizzare il grande pubblico, e i giovani in particolare, sull’impatto delle attività umane sull’ambiente e sui gesti da adottare per ridurne gli effetti. Per questo motivo come per ogni edizione, ormai la terza per il Parco, l’Ente ha deciso di coinvolgere le scuole di La Maddalena in una giornata dedicata non solo alla pulizia delle spiagge ma anche all’educazione ambientale.

Gemellaggio tra Orto Botanico di Firenze e Caprera

20130322-145454.jpg

Oggi sono a Firenze per incontrare il Presidente del Museo di Storia Naturale, il Professore Guido Chelazzi, e i tecnici e ricercatori del “Giardino dei semplici” (il terzo orto botanico più antico del mondo) per stringere un accordo per gemellare il giardino botanico del Parco di prossima realizzazione. Visibilità, sviluppo e creazione di opportunità anche lavorative… Queste le parole d’ordine! Ho ricevuto riscontro positivo e perciò … Avanti tutta!

Primo incontro della consulta delle attività produttive: al via il confronto sul futuro

Si è svolto nella sala riunioni di via Giulio Cesare il primo incontro per la costituzione della “Consulta delle attività produttive”, promossa dall’Ente Parco, che vede coinvolti i rappresentanti delle associazioni di categoria del territorio: l’iniziativa rappresenta un iniziale approccio tra Parco e operatori economici per provare a definire le linee d’indirizzo intorno alle quali costruire un tavolo di lavoro permanente, che consenta un confronto attivo tra le parti, in grado di determinare ricadute economiche concrete per l’Arcipelago e per tutto il territorio della Gallura. Per la prima volta si sono seduti intorno ad un tavolo, insieme al Parco associazioni di categoria diverse e, apparentemente, lontane: industriali, artigiani e agricoltori, uniti dall’intento di trovare un filo conduttore comune.

Scrivevo due anni fa…

Di seguito voglio (ri)pubblicare un vecchio post, scritto circa due anni fa. A chi oggi cerca ossessivamente di attribuirmi tessere o indicarmi come “traditore” dico: la coerenza è un argomento ostico e pericoloso per chi non è avvezzo a riconoscere i propri limiti ma soprattutto a disobbedire agli ordini di scuderia. Io sono sempre stato fedele alle mie idee, ho ascoltato e parlato molto con persone di ogni genere. Spesso ho trovato sostegno (non per me ma per le idee) dove pensavo fosse impossibile e, per contro, bieca opposizione dove supponevo sintonia di intenti.

Il Parco Nazionale è la migliore attrazione turistica della Sardegna su Trip Advisor

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena è al primo posto nella classifica di Trip Advisor, il portale di viaggi più famoso al mondo basato sulle recensioni dei turisti per essere la  migliore attrazione turistica della Sardegna. Un successo raggiunto grazie ai commenti positivi degli utenti che hanno eletto il patrimonio naturalistico dell’Arcipelago di una bellezza straordinaria e meritevole di essere visitata in ogni periodo dell’anno. Fra le trecento località presenti in classifica il Parco svetta con le sue isole, cale e spiagge tutte recensite con toni entusiastici. Leggendo i post dei visitatori sia italiani sia stranieri, che hanno solcato le acque dell’area protetta o hanno percorso i sentieri di Caprera, il Parco viene descritto come  «semplicemente meraviglioso» o «da visitare».

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena premiato dagli utenti di Tripadvisor….

Spiaggia Rosa

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena risulta essere al primo posto nella graduatoria di gradimento degli utenti di TripAdvisor tra i siti più belli della Sardegna… una bella soddisfazione

Vai all’articolo…

Vai al post su TripAdvisor…

Il Tramonto dell’Euro

il-tramonto-dell-euro-libro-1Sto leggendo con molto interesse il libro di Alberto Bagnai, Il Tramonto dell’Euro, che con molta pazienza e un pizzico di umorismo, riesce a smantellare la dottrina della sacralità dell’Euro o, almeno, confessa l’ambizione di portarti a riflettere sulla veridicità di molte dei dogmi economico-finanziari che i mass-media e, più spesso, la classe politica ripetono come un mantra. Soprattutto ha l’ardire di sconfessare quei luoghi comuni che, con un neologismo arguto attribuisce ad un corpo compatto, seppure eterogeneo, dei luogocomunisti, che infarciscono sulle colonne dei giornali, dibattiti televisivi, comizi e post sui social-network, il discorso sull’Euro di assiomi inconfutabili che poi tanto confutabili non sono, se messi a confronto con i dati numerici.

Devo dire che, finora, quanto esposto nel libro, è convincente e che l’intento dell’autore che è quello di indurre il dubbio più che convincerti delle proprie tesi è davvero riuscito. Attendo la fine del libro per esprimere un giudizio più puntuale ma, soprattutto, attendo di potermi confrontare con altre persone, magari più preparate di me, con le quali verificare e dibattere sulle tesi esposte dall’autore.

Il Paragrafo eccellente:

… “L’esperienza più bella di questo anno di lavoro è stata la scoperta di non ssere solo, di essere seguito da un numero crescente di persone…. persone animate da una feroce passione civile, da un disperato amore per il proprio Paese e per l’Europa (che non è l’euro, né l’Unione europea) e dall’urgenza di trovare i termini per esprimersi, i dati per argomentare… Ne ho guadagnato di fiducia rifiutandomi di seguire i saggi consigli degli amici. ” Parli troppo difficile, non mettere citazioni, non mettere grafici, semplifica, la gente si annoia, non capisce”. Ma pensavo io, perso per perso, tanto vale essere se stessi. Tanto più che parlare a tutti, in realtà, è non parlare a nessuno: la tentazione di raggiungere un pubblico vasto porta a esprimersi per slogan, per luoghi comuni. Ma per questo, per quello che chiamo il “luogocomunismo”, ci sono le televisioni”…

In queste frasi è racchiuso lo spirito del libro: parlare con chi ha voglia di informarsi più che con chi può, e vuole, essere convinto…