Monthly Archives: settembre 2008

Un branco di 25 delfini avvistato nell’Arcipelago

Un emozionante ed inusuale avvistamento di delfini è stato fatto sabato 6 settembre nelle acque dell’Arcipelago di La Maddalena dai ragazzi del Centro Ricerche Delfini del CTS di Caprera (Centro di Ricerca finanziato dall’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena) con l’aiuto dei volontari e dei campisti presenti in questi giorni.

Quando, alle 8.45, il branco di tursiopi (Tursiops truncatus) è stato avvistato dai gommoni del CTS al traverso del faro di Capo d’Orso, i ragazzi non credevano ai loro occhi: circa 25 tra adulti, piccoli e subadulti procedevano compatti verso nord entrando nelle acque dell’arcipelago tra Santo Stefano e Capo d’Orso e dirigendosi proprio verso le rotte dei traghetti che collegano Palau con l’isola maddalenina. Data la ancora alta presenza di imbarcazioni da diporto in questi giorni, ai ricercatori del CTS è apparso subito evidente come il transito del numeroso branco avrebbe potuto essere disturbato dalla curiosità, spesso non controllata, che questi cetacei suscitano in chi li incontra. Numerose infatti sono state le imbarcazioni che hanno incrociato la rotta dei delfini, diverse li hanno avvicinati, seguendo le indicazioni dei ricercatori, altre ne hanno incrociato volontariamente la traiettoria e, pur di scattare qualche immagine, hanno diviso il gruppo in più parti, spaventandoli in maniera evidente. Il branco è stato quindi scortato e accompagnato lentamente fuori dalle acque dell’arcipelago, fino all’altezza di Spargiotto, fino a quando la situazione di disturbo non è rientrata.

 

Tutta l’operazione è stata svolta in contatto con il personale del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena. Il lavoro che spetta ora ai ricercatori sarà l’interpretazione delle tante fotografie scattate e l’individuazione degli esemplari attraverso la fotoidentificazione delle pinne dorsali.

Si cercherà così di comprendere se questi cetacei appartengano alla popolazione che abitualmente frequenta le acque dell’arcipelago o se si è trattato del transito di un branco in migrazione. I naturalisti ricercatori del CTS ricordano le avvertenze che è consigliabile seguire quando si incontrano i delfini: non incrociarne mai la rotta, procedere a lento moto parallelamente agli animali e senza bruschi cambiamenti di direzione e di velocità, non circondare o stringere i delfini contro altre imbarcazioni o contro la costa, non immergersi in acqua per osservarli. Bisogna infatti ricordare che si tratta pur sempre di animali in libertà e dal comportamento imprevedibile. Queste semplici regole sono rivolte a salvaguardare l’incolumità non solo dei cetacei ma anche degli osservatori.